Il valore pedagogico del Teatro . Fare teatro a scuola (in tempo di pandemia).

a cura della Dott.ssa Silvia Gelmini

Fare teatro in età evolutiva assume una valenza educativa e formativa molto importante,
in quanto non solo favorisce il benessere psico-fisico dei-le bambini-e e dei-le ragazzi-e
ma permette loro di scoprire le proprie risorse e fare dei propri limiti dei punti di forza.
“Si può fare teatro ovunque”, diceva Copeau, “purché ci sia qualcuno che ha individuato
qualcosa da dire e qualcuno che ha bisogno di starlo a sentire. Quello che si cerca
dunque è la relazione. Il Teatro è pedagogia”.
Come Associazione Culturale Il Mondo Creativo, che da tanti anni porta il Teatro nelle
Scuole (dall’Infanzia fino alla Secondaria) sia con progetti scolastici sia come attività
extra-scolastica, crediamo molto nel Teatro e nelle arti espressive quali strumento di
crescita personale per tutte le età.
Quest’anno la pandemia ha messo le diverse generazioni in difficoltà, non meno i bambini
e i ragazzi che hanno visto la loro vita sociale e didattica stravolta.
Essere riusciti a portare avanti i nostri percorsi teatrali nonostante gli ostacoli di
quest’anno scolastico e anche dello scorso, ha costituito per molti di loro, e anche per
noi, un punto di riferimento e di socializzazione importante e particolarmente prezioso. Un
esempio: quest’anno abbiamo portato in una Scuola Secondaria di Milano (l’Istituto
Quintino Di Vona) il progetto teatrale “R-esistere per rinascere. I giovani fanno la storia”, un progetto che abbiamo costruito su misura, come facciamo con tutti i nostri percorsi scolastici, ascoltando i bisogni e i desideri degli Insegnanti e dei ragazzi-e.
Abbiamo lavorato con una classe di terza Media sulle analogie tra il tempo presente, sulla
loro “r-esistenza” a quanto stava accadendo a livello personale e di comunità (parola
troppo spessa dimenticata) e quanto era accaduto nella resistenza partigiana.
Sono emerse tantissime emozioni e riflessioni davvero preziose e profonde, che sono
partite proprio dai-le ragazzi-e e dalla condivisione, che abbiamo poi elaborato insieme e
tradotto in una rappresentazione. Durante il percorso ho pensato che sarebbe stato molto
bello farli parlare direttamente con un partigiano, visto che stavamo andando a mettere in scena proprio le loro storie, e da lì l’idea di coinvolgere Anpi, per chiedere loro una
testimonianza.

E’ successo che il partigiano novantaquattrenne Giovanni, non solo ha portato loro la sua testimonianza diretta sulla resistenza e ha risposto a tutte le domande dei-le ragazzi-e ma, assieme a due referenti di Anpi, è anche venuto di persona a vederli il giorno dello spettacolo nel cortile della scuola; davvero una grandissima emozione per tutti, per i ragazzi in primis, ma anche per noi insegnanti di teatro, per i loro professori e per i genitori. Dopo lo spettacolo, Giovanni ha parlato dell’emozione che ha provato vedendo questi ragazzi re-interpretare la resistenza e il fermo immagine di questo scambio vir-tuoso tra generazioni è ancora indelebile. Da quest’esperienza si evince anche
l’importanza della sinergia tra l’educatrice teatrale, i docenti e il saper fare rete nel
territorio. La nostra Associazione, Il Mondo Creativo è nata proprio dall’unione di due
grandi passioni e professionalità: quella artistico-teatrale e quella sociale-formativa. Il
nostro obiettivo di portare il teatro ovunque vi sia una situazione di bisogno, di necessità
o di desiderio, ci ha permesso negli anni di lavorare con tantissime scuole, con centri di
accoglienza per minori, con comunità di ragazzi stranieri, con il Centro Milano donna, con
gli Ospedali e con tantissime realtà del territorio, non solo lombardo ma anche trentino.
Le possibilità che offre il teatro in ambito scolastico sono davvero immense, in quanto
permette di trattare argomenti vitali per i ragazzi sia a livello interiore sia di socialità, ma
anche molto preziosi per gli stessi insegnanti, spesso infatti approfondire una parte del
programma scolastico o un argomento particolarmente complesso attraverso la magia
del teatro permette di raggiungere un doppio obiettivo: quello di conoscere e  appro-fondire l’argomento stesso in maniera divertente e significativa, e quello di lavorare
sulla propria dimensione interiore e relazionale. Farlo da tanti anni a fianco di bambini e
ragazzi, vivendo da vicino la loro crescita, lasciando un segno o un piccolo seme, e
condividendo questi percorsi con loro e i loro Maestri-e e Professori-e è un valore che ci
dà la forza di superare anche le difficoltà di un anno difficile come questo per le scuole,
per la cultura e per il Teatro.

riferimento: www.mondo-creativo.com
https://www.facebook.com/ilmondocreativoteatro