Cosa cela l’assenza di griglie di valutazione del concorso?

Il ministro Giannini ha dichiarato che gli scritti del concorso a cattedra verificano “la abilità metodologica e didattica e dunque s’innalzerà il livello qualitativo" dell'istruzione in Italia.Un’asserzione sintomo di un’inadeguata percezione del campo del problema: la selezione è da effettuare in base al modello di scuola elaborato dal legislatore.

Leggi tutto: Cosa cela l’assenza di griglie di valutazione del concorso?

Una circolare ministeriale sul “merito” che farà storia

Questa nota ministeriale,  che ben  recupera - nella denominazione del file di trasmissione - il glorioso nome di circolare,  è quella di cui veramente si avvertiva la mancanza. Ed eccola qua, tempestiva e opportuna a fine anno scolastico, ad offrire alle scuole importanti contributi chiarificatori su punti noti.

Leggi tutto: Una circolare ministeriale sul “merito” che farà storia

Aprile, mese crudele

Non so se aveva ragione T.S. Eliot (“Aprile è il mese più crudele”), ma certamente se aprile non è il “più” crudele è certo un mese in cui i nodi vengono al pettine. L’anno scolastico volge al termine e molte delle cose progettate sono in alto mare o in convulsa conclusione, nelle scuole c’è molta fibrillazione per conciliare il termine dei progetti, delle attività, degli incontri programmati e non con l’accavallarsi di verifiche, compiti in classe, relazioni, esami (all’orizzonte).

Leggi tutto: Aprile, mese crudele

Quale procedura per l’applicazione dei criteri di valorizzazione dei docenti

Avviare procedure di autovalutazione nella scuola è azione indispensabile per qualsiasi processo di miglioramento. Tutte le scuole hanno avviato processi di questo genere nella predisposizione del RAV sulla base dei risultati disponibili nella banca dati MIUR e sulla base delle autodichiarazioni enunciate nella risposta al questionario nazionale.

Leggi tutto: Quale procedura per l’applicazione dei criteri di valorizzazione dei docenti