La facoltà di filosofia: interviste a studenti e prof

La Facoltà di Filosofia promuove la ricerca filosofica legata a studi di carattere critico e metodologico in un'ampia gamma di settori. Dato il carattere interdisciplinare tipico della filosofia, il corso di laurea prevede, in secondo luogo, che, sulla base di un'adeguata formazione filosofica, gli studenti possano sviluppare i propri studi, attingendo direttamente ad altri ambiti della cultura umanistica e scientifica.

La molteplicità di approcci che caratterizza la facoltà risponde alle richieste culturali della comunità scientifica e degli studenti. Infatti, in molti settori di ricerca, non solo umanistici, sono presenti legami di tipo teorico e applicativo con questa facoltà.

Le università italiane che prevedono nella loro offerta didattica un Corso di Laurea in Filosofia sono 37. Molto rinomate sono quelle di Milano e Pisa.

Gli studenti del Corso di Filosofia apprendono la storia del pensiero filosofico e scientifico dall’antichità ai nostri giorni. Si avvicinano a diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico, epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico). Inoltre, assimilano metodi riguardanti l’analisi dei problemi, le modalità argomentative e l’approccio ai testi.

Gli studenti sono portati ad acquisire competenze nell’etica applicata al lavoro, agli affari, alla comunicazione, alla politica, all’economia, senza dimenticare la bioetica.

La Laurea in Filosofia è generalmente ad accesso libero; in alcuni casi può essere richiesta una prova di cultura generale, di padronanza della lingua italiana e di comprensione e analisi testuale.

Per quanto riguarda gli sbocchi lavorativi, un neolaureato può diventare ovviamente un filosofo, ma anche un addetto stampa, un assistente di archivio e biblioteca, uno specialista di problemi del personale e dell'organizzazione del lavoro, un ricercatore, un documentalista, un editore, ma soprattutto un docente.

 

 

Analizziamo ora da vicino questa facoltà grazie all'esperienza diretta di due studenti: Davide Arienti, studente presso l'Università Statale di Milano e Elena Ceccarelli, studentessa presso l'Università di Pisa.

 

“Consiglieresti questa facoltà?”

 

D: “Sì, consiglierei questa facoltà per la varietà delle materie e perché insegna un modo diverso di pensare e di conoscere non solo la nostra cultura ma anche culture diverse.”

E: “Perché no? Anche se è una facoltà un po’ sottovalutata che presenta pochi sbocchi lavorativi la consiglierei, perché la filosofia è una materia importante per imparare ad argomentare e a vedere un problema sotto vari punti di vista.”

 

“Perché hai scelto questa facoltà?”

 

D: “Perché era la facoltà che più si avvicinava ai miei interessi cioè agli ambiti umanistici e a quelli che riguardano il contatto con le persone e con i loro modi di pensare.”

E: “Perché, nonostante abbia frequentato il liceo scientifico, non amavo le materie scientifiche e ho scelto la materia che più mi piaceva tra quelle del liceo. Inoltre, la filosofia è una disciplina che tocca ogni ambito del sapere ed è l’ideale anche per chi è indeciso.”

 

“Qual è il livello di difficoltà degli esami?”

 

D: “Come per ogni facoltà, è necessario studiare, prendere appunti e frequentare i corsi. Il carico di lavoro è impegnativo ma non eccessivo. E' importante frequentare regolarmente le lezioni, altrimenti l'apprendimento diventa più difficoltoso.”

E: “Ogni facoltà è impegnativa. Qui l’impegno deve essere costante e deve passare attraverso lo studio giornaliero. La difficoltà maggiore nella preparazione degli esami è quella di saper spiegare tutti gli aspetti di una questione e di vederla da diversi punti di vista, mentre la competenza più utile è la capacità di sintesi.”

 

“La tua università offre borse di studio, campus, programmi Erasmus?”

 

D: “E’ stato approvato recentemente un piano sui redditi e sulle tasse che comprende borse di studio in base ai voti. Sono presenti possibili riduzioni della retta in caso di medie alte o certificazioni del reddito dei genitori.”

E: “L’università di Pisa offre varie borse di studio, sia per merito sia per reddito”

 

“Conosci le modalità di ingresso?”

 

D: “Al momento non ci sono test d’ingresso, ma considerato il gran numero di matricole di quest’anno si sta pensando di inserirlo l'anno prossimo.”

E: “E’ presente un test di valutazione che, se non viene passato, può essere recuperato durante l’anno.”

 

 

Concentriamoci ora su un diverso punto di vista: quello di Luca Guzzardi, Professore di logica e filosofia della scienza, presso l'Università Statale di Milano.

 

“Perché consiglierebbe questa facoltà?”

 

Luca Guzzardi: “Per imparare a ragionare, capire chi siamo e unire insieme stimoli che ci vengono forniti da più parti: questo si può riassumere nel detto di Socrate “Gnosci te ipsum”, cioè “Conosci te stesso.” La filosofia è un esercizio per conoscersi più a fondo, che permette anche di costruirsi al meglio e di reinventarsi ogni giorno.”

 

“Se avesse un figlio diciannovenne gli consiglierebbe questa facoltà?”

 

Luca Guzzardi: “No, perché vorrei instaurare un dialogo con lui e preferirei che studiasse in un ambito diverso dal mio, per avere due punti di vista differenti.”

 

“Perché consiglierebbe questa università?”

 

Luca Guzzardi: “Rispetto agli altri dipartimenti di filosofia presenti in Italia, l'Università Statale di Milano offre un piano di studi più completo e un'offerta formativa di alto livello, sia per il triennio che per il corso di laurea magistrale. Inoltre recentemente ha saputo rinnovare la classe docente con professori di eccellenza, con importanti contatti anche all’estero. Milano è una città che offre molte opportunità e ha la possibilità, come altre grandi città, di offrire spazi, alloggi, servizi per gli studenti a prezzi vantaggiosi, poiché l’università non è solo un edificio, ma soprattutto un luogo di incontro che dovrebbe offrire allo studente la possibilità di vivere al meglio l’esperienza universitaria. A disposizione dello studente della Statale troviamo altri due vantaggi: una biblioteca invidiata in tutta Italia e l’organizzazione, soprattutto nel periodo primaverile, di seminari di livello internazionale, con ospiti tra i più competenti nei diversi ambiti trattati nei corsi; queste opportunità mi rendono orgoglioso di insegnare in questa università.”


 

“Volgendo lo sguardo al futuro, quali potrebbero essere gli sbocchi lavorativi di uno studente di questa facoltà?”

 

Luca Guzzardi: “In realtà, questa è una questione molto discussa, poiché se non consideriamo l’insegnamento come uno sbocco lavorativo, questa facoltà offre poche possibilità di ingresso nel mondo del lavoro. Secondo me bisogna imparare a cogliere ogni opportunità. Ad esempio, oggi c’è molta richiesta di formazione professionale e in questo ambito ritengo che i filosofi possano offrire un grande contributo per la capacità che acquisiscono di unire nozioni, che altrimenti rimarrebbero slegate e di condividere questo patrimonio. Inoltre i filosofi acquisiscono nel loro percorso di studio la capacità di imparare molto velocemente, hanno una preparazione molto ampia e varia, che permette di cambiare prospettiva e di “andare da una parte all’altra del sapere” senza sforzo, come mi capita di fare insegnando in altre facoltà. Oltre a lavori dove si chiede formazione professionale, gli studenti potrebbero trovare sbocchi in ambienti che si occupano di questioni di bioetica, dopo aver frequentato corsi post-laurea specializzanti, utili perché essi dovrebbero interagire con medici, genetisti, persone che si occupano di aspetti legali e giudiziari e quindi assumere nozioni sufficienti per svolgere un lavoro che richiede conoscenze che altri laureati non possiedono. Insegnando ad altri laureati, per esempio medici, ho capito che le competenze del filosofo vanno integrate con competenze corrispondenti ad altri ambiti della scienza. Un altro sbocco lavorativo possibile è quello del mondo delle relazioni con il pubblico, cioè della mediazione, anche culturale o interculturale. Nei vari Paesi del mondo è diversa la richiesta di filosofi: in Italia, infatti, in questo momento i filosofi non sono molto richiesti, ma i colleghi inglesi, ad esempio, riportano numerosi casi in cui studenti di filosofia non rimangono alle università ma vengono inseriti dalle aziende, poiché, a detta dei datori di lavoro, hanno una mente estremamente flessibile.”

 

“Dal punto di vista dell’assistenza e delle relazioni, cosa possono offrire professori e assistenti in questa università?”

 

Luca Guzzardi: “Penso che sarebbe meglio porre questa domanda direttamente agli studenti, perché secondo me ogni persona che lavora in questa università dà il suo contributo e fa il possibile per aiutare gli studenti. Io personalmente ho un rapporto molto personale con gli studenti, ricordando sempre la differenza di ruoli tra noi professori e gli studenti, per arrivare a un rapporto tra le due parti che sia più di familiarità che di amicizia. Questo rapporto deve essere visto come un informale e prezioso scambio di idee.”

 

“Ci ha precedentemente parlato di collaborazioni con prestigiose università estere; a proposito di ciò, sono presenti possibilità di programmi Erasmus?”

 

Luca Guzzardi: “Certo! Abbiamo da poco anche la possibilità del cosiddetto "Erasmus Plus", cioè uno scambio che riguarda studenti di ogni corso e anche dottorati, ma anche docenti che hanno la possibilità di insegnare o svolgere ricerche in università estere. E’ un’esperienza molto bella, perché si ha la possibilità di conoscere nuovi ambienti e, secondo me, in ambienti diversi le persone possono svolgere attività differenti in ambiti specifici e la filosofia è uno di questi. Esistono anche altre forme di scambi culturali: una per esempio presenta un Erasmus finalizzato all’acquisizione di capacità tecniche, dall’organizzazione di un gruppo di ricerca per formulare richieste di fondi europei all’acquisizione di competenze nelle digital umanities, cioè nell’applicazione di tecnologie digitali allo studio di testi o opere pittoriche e scultoree per valorizzarle ulteriormente, un campo in evoluzione negli ultimi anni.”

 

Osserviamo la struttura dei corsi di laurea della facoltà di filosofia presso l'Università Statale di Milano.

 

Il corso di laura della facoltà di filosofia è strutturato secondo il modello ''tre più due'', un corso di laura triennale e in seguito un corso di laurea magistrale di due anni.

 

L'accesso è libero: è prevista una verifica della preparazione per gli studenti che hanno conseguito la maturità con una votazione inferiore a 70/100 e per gli studenti che non hanno mai studiato la filosofia durante il percorso di studi.

 

 

Per informazioni si può consultare il sito: pari.ariel.ctu.unimi.it

Durata 3 anni (180 crediti).

Sede didattica – Via Festa del Perdono, 7 – Milano

 

 

CORSO DI LAUREA Triennale

 

CORSO

RUOLO/ DIPARTIMENTO

ALTRI DIPARTIMENTI REFERENTI

  •  
  •  Filosofia       

 (ClasseL-5) 

 

Referente Principale

Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali

 

Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere

 

Dipartimento di Studi Storici

 

Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici

 

Collegio Didattico del Corso di Laurea in Filosofia e del Corso di Laurea Magistrale In Scienze Filosofiche

 

 

PIANO DEGLI STUDI

 

Insegnamenti

CFU

36 crediti da acquisire in quattro insegnamenti a scelta tra:

  • Storia della filosofia
  • Storia della filosofia antica
  • Storia della filosofia medievale
  • Storia della filosofia moderna
  • Storia della filosofica politica

9+9+9+9

9 crediti da acquisire in un insegnamento a scelta tra:

  • Antropologia filosofica
  • Ermeneutica filosofica
  • Filosofia del diritto
  • Filosofia della scienza
  • Filosofia morale
  • Filosofia teoretica
  • Gnoseologia
  • Istituzioni di logica
  • Logica e filosofia della scienza
  • Storia della filosofia
  • Storia della filosofia antica
  • Storia della filosofia medievale
  • Storia della filosofia moderna
  • Storia della filosofia morale
  • Storia della filosofia politica
  • Storia della scienza

9

27 crediti da acquisire in tre insegnamenti a scelta tra:

  • Antropologia filosofica
  • Ermeneutica filosofica
  • Estetica
  • Filosofia morale
  • Filosofia teoretica
  • Gnoseologia
  • Poetica e retorica
  • Storia della filosofia morale

9+9+9

18 crediti da acquisire in due insegnamenti a scelta tra:

  • Filosofia del linguaggio
  • Filosofia della scienza
  • Istituzioni di logica
  • Logica e filosofia della scienza
  • Semiotica
  • Teorie del linguaggio e della mente

9+9

Un insegnamento a scelta tra:

  • Antropologia filosofica
  • Ermeneutica filosofica
  • Estetica
  • Filosofia del linguaggio
  • Filosofia della scienza
  • Filosofia morale
  • Filosofia teoretica
  • Gnoseologia
  • Istituzioni di logica
  • Logica e filosofia della scienza
  • Poetica e retorica
  • Semiotica
  • Storia della filosofia
  • Storia della filosofia antica
  • Storia della filosofia medievale
  • Storia della filosofia moderna
  • Storia della filosofia morale
  • Storia della filosofia politica
  • Teoria del linguaggio e della mente

9

18 crediti da acquisire in due insegnamenti a scelta tra:

  • Comunicazione letteraria nell’Italia novecentesca
  • English for Academic purposes
  • Glottologia
  • Letteratura francese
  • Letteratura francese contemporanea
  • Letteratura greca
  • Letteratura inglese
  • Letteratura inglese contemporanea
  • Letteratura italiana
  • Letteratura latina
  • Letteratura russa contemporanea
  • Letteratura spagnola
  • Letteratura spagnola contemporanea
  • Letteratura teatrale della Grecia antica
  • Letteratura tedesca
  • Letteratura tedesca contemporanea
  • Lingua francese
  • Lingua inglese
  • Lingua spagnola
  • Lingua tedesca
  • Linguistica generale
  • Storia contemporanea
  • Storia dei paesi slavi
  • Storia delle dottrine politiche
  • Storia economica
  • Storia greca
  • Storia medievale
  • Storia moderna
  • Storia romana

9+9

Un insegnamento a scelta tra:

  • Algebra
  • Analisi matematica
  • Fondamenti di informatica per le scienze umanistiche
  • Fondamenti di psicologia
  • Logica matematica 1
  • Religioni del mondo classico
  • Storia del cristianesimo
  • Storia del cristianesimo antico
  • Storia del pensiero ebraico
  • Storia della chiesa
  • Storia della filosofia e della psicologia

6

18 crediti da acquisire in due o tre insegnamenti a scelta tra:

  • Antropologia culturale
  • Chimica generale e inorganica
  • Didattica della storia
  • Drammaturgia musicale
  • Economia politica
  • Evoluzione biologica
  • Indologia
  • Letteratura russa contemporanea
  • Lingua portoghese
  • Scienza politica
  • Storia contemporanea
  • Storia del giornalismo
  • Storia del Risorgimento
  • Storia della radio e della televisione
  • Storia dell'arte contemporanea
  • Storia dell'arte medievale
  • Storia dell'arte moderna
  • Storia greca
  • Storia medievale
  • Storia moderna
  • Storia romana

9+9
o
6+6+6

 

Ulteriori attività formative

  • 18 crediti scegliendo liberamente altro insegnamento o moduli di insegnamenti attivati dall’Ateneo;

 

  • conoscenza di una lingua dell’Unione Europea, oltre all'italiano, a scelta tra francese, inglese, spagnolo e tedesco (3 crediti);

 

  • laboratori di tema filosofico, laboratorio di scrittura italiana, ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche. Potranno essere riconosciute, ove giudicate congrue con le esigenze del corso di studi, ulteriori conoscenze e abilità, anche derivanti da tirocini o altre esperienze in ambienti di lavoro o dalla frequenza di altri laboratori specificamente organizzati e finalizzati a introdurre a particolari tipologie di lavoro (3 crediti ciascuno, per un totale di 9 crediti)

 

  • prova finale (9 crediti).

 

Obiettivi

 

Gli obiettivi del Corso di laurea in Filosofia, strutturato in un unico curriculum, consistono nel fornire, in primo luogo, una solida conoscenza di base concernente le linee essenziali della storia del pensiero filosofico e scientifico, le diverse articolazioni della ricerca filosofica e i relativi aspetti critico-metodologici, secondo una prospettiva consolidata nell’Ateneo milanese e aperta alla considerazione degli stretti rapporti intercorrenti tra un’indagine storico-filosofica rigorosa e un’attenzione per la contemporaneità particolarmente rivolta all’approfondimento delle problematiche teoretico-epistemologiche e morali.

 

Sbocchi professionali

 

Il Corso garantisce l'accesso alla laurea magistrale in Scienze filosofiche ed è configurato in modo da poter essere integrato con il successivo ciclo biennale in funzione dell'acquisizione dei requisiti minimi richiesti per l'accesso alla formazione all'insegnamento nelle Scuole secondarie. Fornisce inoltre le competenze utili ad una più immediata assunzione di ruoli professionali nell’ambito dei molteplici processi della comunicazione e della formazione culturale, nell’editoria, nella promozione e diffusione multimediale della cultura, nelle attività organizzative e progettuali di enti pubblici e privati, nella pubblica amministrazione.

 

Esperienza di studio all’estero

 

Lo studente iscritto al corso di laurea ha la possibilità di trascorrere periodi di studio e di tirocinio all'estero. A tal fine l’Ateneo aderisce al programma europeo Erasmus Plus.

Le aree geografiche europee presso cui risiedono le Università partner sono principalmente in Belgio, Francia, Germania, Norvegia, Polonia, Portogallo e Spagna.

Le aree disciplinari degli accordi sono le seguenti: Storia della filosofia, Filosofia teoretica, Filosofia morale, Estetica, Filosofia del linguaggio, Logica e Filosofia della scienza.

Per maggiori informazioni http://www.unimi.it/studenti/erasmus/70801.htm

 

 

CORSO DI LAUREA Magistrale

 

CORSO

RUOLO/ DIPARTIMENTO

ALTRI DIPARTIMENTI REFERENTI

  •  

Scienze Filosofiche (Classe Lm-78) 

 

Referente Principale

Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere

 

Collegio Didattico del Corso di Laurea in Filosofia e del Corso di Laurea Magistrale In Scienze Filosofiche

 

Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali

 

Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici

 

Dipartimento di Studi Storici

 

Scienze filosofiche

 

Classe

Scienze filosofiche (LM-78)

Accesso

libero, previa verifica dei requisiti curriculari

Durata

2 anni (120 crediti)

Frequenza

Consigliata

Sede didattica

via Festa del Perdono, 7 - Milano

Siti utili

www.studiumanistici.unimi.it
www.dipafilo.unimi.it/
www.unimi.it/studenti/875.htm

Presidente

Prof.ssa Marialuisa Baldi

 

 

Requisiti di accesso

 

Laureati nella classe di laurea triennale in: Filosofia (L-5) e nella corrispondente classe prevista dal D.M. 509/99 purché abbiano acquisito 60 crediti in discipline filosofiche e storico-filosofiche (da M-FIL/01 a M-FIL/08, oltre a M-STO/05, SPS/01, IUS/20).

 

Laureati provenienti da altre classi di laurea triennale purché abbiano acquisito almeno 90 crediti negli ambiti e nei settori previsti dalla tabella ministeriale della classe L-5 e purché tra essi vi siano almeno 45 crediti in discipline filosofiche e storico-filosofiche (da M-FIL/01 a M-FIL/08, oltre a M-STO/05, SPS/01, IUS/20).

 

Obiettivi

 

Il Corso di laurea in Scienze filosofiche, strutturato in un unico curriculum, si pone l’obiettivo di consentire ai propri laureati l’acquisizione degli strumenti teorici, metodologici e critici propri degli studi filosofici, nelle loro differenti articolazioni, insieme a una sicura conoscenza generale dell’evoluzione storica del pensiero filosofico dalle origini alla contemporaneità. Il corso garantisce inoltre la possibilità di integrare le competenze di ordine filosofico e storico-filosofico con conoscenze attinenti ad altri ambiti della cultura umanistica e della ricerca scientifica, a seconda degli interessi prevalenti dello studente e delle sue esigenze di professionalizzazione: a questo scopo, lo studente magistrale può accedere ad insegnamenti impartiti presso differenti corsi di laurea dell’Ateneo.

 

Sbocchi professionali

 

La laurea in Scienze filosofiche rappresenta la condizione per l’accesso all’insegnamento delle discipline pertinenti nei Licei. I laureati in Scienze filosofiche potranno inoltre svolgere attività professionali con funzioni di elevata responsabilità in ambiti che richiedono specifiche competenze disciplinari, unite a capacità critica e autonomia di elaborazione: editoria, servizi sociali, uffici preposti alla promozione di attività culturali nella pubblica amministrazione o nel settore privato; gestione di biblioteche o musei; centri stampa e di comunicazione intermediale, servizi di pubbliche relazioni, direzione del personale, gestione e organizzazione aziendale.

 

Esperienza di studio all’estero (come per la laurea triennale)

 

 

PIANO DEGLI STUDI

 

Insegnamenti

A) 45 crediti da acquisire nei seguenti gruppi di discipline:

9 crediti da acquisire in un insegnamento a scelta tra:

  • Storia della filosofia
  • Storia della filosofia antica
  • Storia della filosofia antica (laurea magistrale)
  • Storia della filosofia contemporanea
  • Storia della filosofia (laurea magistrale)
  • Storia della filosofia medievale
  • Storia della filosofia moderna
  • Storia della filosofia politica

9 crediti da acquisire in un insegnamento a scelta tra:

  • Analisi filosofica *
  • Antropologia filosofica
  • Epistemologia delle scienze umane *
  • Ermeneutica filosofica
  • Estetica
  • Estetica (laurea magistrale) *
  • Etica dell’ambiente
  • Filosofia del linguaggio
  • Filosofia del linguaggio (laurea magistrale)
  • Filosofia della storia (laurea magistrale) *
  • Filosofia teoretica
  • Gnoseologia
  • Istituzioni di logica
  • Logica (laurea magistrale) *
  • Logica e filosofia della scienza
  • Poetica e retorica
  • Semiotica
  • Storia della filosofia morale
  • Storia della logica
  • Teorie del linguaggio e della mente
  • Teorie della rappresentazione e dell'immagine

27 crediti da acquisire in tre insegnamenti a scelta tra:

  • Analisi filosofica *
  • Antropologia filosofica
  • Epistemologia delle scienze umane *
  • Ermeneutica filosofica
  • Estetica
  • Etica dell’ambiente
  • Filosofia del linguaggio
  • Filosofia del linguaggio (laurea magistrale)
  • Filosofia morale
  • Filosofia teoretica
  • Gnoseologia
  • Istituzioni di logica
  • Logica (laurea magistrale) *
  • Logica e filosofia della scienza
  • Poetica e retorica
  • Semiotica
  • Storia della filosofia
  • Storia della filosofia antica
  • Storia della filosofia antica (laurea magistrale)
  • Storia della filosofia contemporanea
  • Storia della filosofia medievale
  • Storia della filosofia moderna
  • Storia della filosofia morale
  • Storia della filosofia politica
  • Storia della logica
  • Storia della metafisica contemporanea (laurea magistrale)
  • Teorie del linguaggio e della mente
  • Teorie della rappresentazione e dell’immagine

B) 27 crediti da acquisire nei seguenti gruppi di discipline:

9 crediti da acquisire in un insegnamento a scelta tra:

  • Antropologia sociale
  • Letteratura greca
  • Letteratura latina
  • Letteratura teatrale della Grecia antica
  • Religioni del mondo classico
  • Scienza politica
  • Storia contemporanea
  • Storia del cristianesimo
  • Storia del cristianesimo antico
  • Storia del pensiero ebraico
  • Storia del pensiero politico contemporaneo
  • Storia della chiesa
  • Storia delle categorie politiche
  • Storia delle relazioni internazionali
  • Storia dell'Italia contemporanea
  • Storia economica
  • Storia greca
  • Storia romana
  • Storia sociale dello spettacolo

6 crediti da acquisire in un insegnamento a scelta tra:

  • Chimica generale e inorganica
  • Fondamenti di informatica per le scienze umanistiche
  • Fondamenti di psicologia
  • Logica matematica 1
  • Sistemi intelligenti
  • Storia della fisica
  • Storia e filosofia della psicologia
  • Storia della scienza

12 crediti da acquisire in due insegnamenti a scelta tra:

  • Archivistica
  • Biblioteconomia
  • Comunicazione letteraria nell'Italia novecentesca
  • Critica e teoria della letteratura
  • Didattica della storia
  • English for academic purposes
  • Filologia classica
  • Filologia romanza
  • Filologia umanistica
  • Glottologia
  • Indologia
  • Intelligenza artificiale
  • Letteratura anglo-americana
  • Letteratura francese
  • Letteratura francese contemporanea
  • Letteratura inglese
  • Letteratura inglese contemporanea
  • Letteratura italiana
  • Letteratura latina medievale
  • Letteratura spagnola
  • Letteratura spagnola contemporanea
  • Letteratura tedesca
  • Letteratura tedesca contemporanea
  • Letterature comparate
  • Letterature francofone
  • Lingua francese
  • Lingua inglese
  • Lingua portoghese
  • Lingua spagnola
  • Lingua tedesca
  • Linguistica generale
  • Sociologia politica
  • Storia contemporanea
  • Storia del teatro inglese
  • Storia della fotografia
  • Storia dell'arte contemporanea
  • Storia dell'arte medievale
  • Storia dell'arte moderna
  • Storia dell’Europa orientale
  • Storia greca
  • Storia medievale
  • Storia moderna
  • Storia romana
  • Teoria e tecnica traduzione francese
  • Teoria e tecnica traduzione inglese
  • Teoria e tecnica traduzione spagnola
  • Teoria e tecnica traduzione tedesca

* insegnamento erogato in inglese agli studenti stranieri

 

Ulteriori attività formative

  • Insegnamenti a scelta dello studente (9 crediti)

 

  • Laboratori di tema filosofico, di ambito informatico e/o linguistico; ulteriori conoscenze e abilità, anche derivanti da tirocini o altre esperienze in ambienti di lavoro o dalla frequenza di altri laboratori specificatamente organizzati e finalizzati a introdurre particolari tipologie di lavoro (3 crediti ciascuno, per un totale di 9 crediti)

 

  • Prova finale (30 crediti)

 Arianna Arienti, Carlo Bresciani, Lorenzo Comi, Francesco Filoseta, Manuel Carbone)

 

 

 (a cura di: