Dall’alternanza alla continuità

In una società in cui ormai si pensa con le mani e si fa con il cervello, il rapporto tra scuola e lavoro non dovrebbe essere solo un'alternanza, ma una vera e propria continuità. Oggi, in una società avanzata, non c'è prima il pensare e poi il fare: sono tristi eredità di un mondo in cui pochi pensavano sfruttando i molti che lavoravano... e solo con le mani.

Leggi tutto: Dall’alternanza alla continuità

Alternanza scuola lavoro, indietro tutta?

L’alternanza scuola lavoro continua ad incontrare resistenze, a volte inaspettate e, forse, inconsapevoli. Non stupisce l’opposizione dei settori del mondo della scuola che disprezzano la cultura del lavoro perché rimasti ancorati a una visione gerarchica dei saperi e che non accetteranno mai la pari dignità tra sapere originato dal lavoro e quello scolastico.

Leggi tutto: Alternanza scuola lavoro, indietro tutta?

Azzoppati i licei musicali

Sono 101 i licei musicali, sparsi in tutta Italia che in queste ore sono col fiato sospeso, in attesa di conoscere i contenuti della sequenza contrattuale sulla mobilità che dovrebbe concludersi entro il 10 marzo. Sono oltre 3.000 i docenti interessati, di cui almeno 300 della A031 in esubero ed  in gran parte provenienti dalle Scuole medie ad indirizzo musicale (  A077).

Leggi tutto: Azzoppati i licei musicali

L’alternanza secondo Galimberti *

Caro Professore! Non è più così! La divaricazione tra cultura e lavoro, o, se si vuole, più in pillole, tra lavoro intellettuale e lavoro manuale, tra l’otium e il negotium dei latini, tra la skolè e il pònos dei greci, è ormai un ferro vecchio, anche se, purtroppo, il nostro Gentile con la sua epocale riforma sembra ancora fermo – anzi, sembra essere un motore immobile – non solo nei nostri ordinamenti – i licei per i figli di papà e tutto il resto per gli sfigati – ma anche nel pensiero di tanti illustri intellettuali.

Leggi tutto: L’alternanza secondo Galimberti *