Non per "buon cuore", ma per diritto

Anche quest’anno, per la quinta volta consecutiva, l’ Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, formata da genitori di persone con disabilità di tutta Italia e delle cui iniziative ci siamo spesso occupati anche nel nostro giornale, ha lanciato la propria campagna denominata GLH in tutte le scuole: la disabilità con orgoglio!, ove segnatamente GLH sta per Gruppo Lavoro Handicap, come da Legge 104/92.

Leggi tutto: Non per "buon cuore", ma per diritto

Pigmalione a scuola

L'insegnante che accetta e fa propri, con le sue variazioni personali, gli standard culturali, intellettuali e sociali della tradizione e della società in cui vive e su di essi troppo spesso commisura il "rendimento" dei suoi allievi, strumentalizza spesso inconsapevolmente quegli standard a fini selettivi, sulla base delle aspettative nei confronti dei giovani che condividono con lui l'esperienza scolastica; fa delle predizioni sul loro successo culturale e professionale, a più o meno breve scadenza, senza rendersi conto con sufficiente chiarezza di quanto queste aspettative e queste predizioni siano deformate da pregiudizi sociali propri dell'ambiente e della cultura in cui vive.

L'immagine che chi insegna si fa di chi apprende sotto la sua guida, condiziona di fatto non solo quanto il docente chiede a chi impara, ma anche l'effettivo rendimento e le reali prestazioni dei suoi giovani allievi.

Leggi tutto: Pigmalione a scuola

Disabilita' visiva nella scuola di tutti: quarant'anni dopo

Precedendo di un anno la norma che avrebbe sancito il diritto all’inclusione nella scuola dell’obbligo per tutti gli studenti con disabilità, la Legge 360 del 1976 restituì a quelli con disabilità visiva il diritto a frequentare la scuola di tutti, «“scippato” – scrive Luciano Paschetta – nei decenni precedenti». «Ma oggi – aggiunge – la nuova sfida è quella di mettere “in rete” tutte le capacità e le risorse presenti, creando un network per gli studi tiflodidattici e tiflopedagogici, anche per rispondere a chi vorrebbe il ritorno alle scuole speciali per ciechi»

Leggi tutto: Disabilita' visiva nella scuola di tutti: quarant'anni dopo 

La disabilita' visiva nella scuola di tutti: quarant'anni dopo

Precedendo di un anno la norma che avrebbe sancito il diritto all’inclusione nella scuola dell’obbligo per tutti gli studenti con disabilità, la Legge 360 del 1976 restituì a quelli con disabilità visiva il diritto a frequentare la scuola di tutti, «“scippato” – scrive Luciano Paschetta – nei decenni precedenti». «Ma oggi – aggiunge – la nuova sfida è quella di mettere “in rete” tutte le capacità e le risorse presenti, creando un network per gli studi tiflodidattici e tiflopedagogici, anche per rispondere a chi vorrebbe il ritorno alle scuole speciali per ciechi»

Leggi tutto: La disabilita' visiva nella scuola di tutti: quarant'anni dopo