La scuola deve iniziare a settembre per tutti

«La scuola deve iniziare a settembre per tutti»: è stato innanzitutto questo il messaggio portato dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, nel corso di un recente incontro, voluto dalla stessa Federazione, pensando segnatamente alle tante situazioni ripetutesi in questi anni riguardanti in particolare le nomine degli insegnanti di sostegno, avvenute mesi dopo l’inizio delle lezioni, la mancata assistenza educativa o il trasporto a scuola non sempre garantito dal primo giorno.

Leggi tutto: La scuola deve iniziare a settembre per tutti

Ma l'inclusione vera e' ancora lontana

«A proposito di quanto dichiarato recentemente dal ministro Fedeli – scrive Gianluca Rapisarda -, durante un incontro a Lodi promosso dalle Associazioni lombarde di persone con disabilità, è apprezzabile l’impegno a voler far partire regolarmente il nuovo anno scolastico per gli alunni con disabilità e tuttavia, se veramente si vuole una scuola che sia inclusiva per tutti e per ciascuno, essa dovrebbe essere completamente e urgentemente ripensata, a partire dalla negativa e più volta sottolineata delega dell’alunno con disabilità al solo insegnante di sostegno».

Leggi tutto: Ma l'inclusione vera e' ancora lontana 

Sostegno e inclusione scolastica: come segnalare inadempienze

Anffas lancia una campagna di mobilitazione per monitorare e individuare eventuali problematiche e lacune nell’applicazione dei diritti degli studenti con disabilità. Manca poco più di un mese all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018 e come avviene ormai costantemente, le domande che si pongono tutti gli studenti con disabilità e le loro famiglie restano sempre le stesse: le ore di sostegno assegnate a mio figlio saranno quelle di cui ha realmente necessità e soprattutto saranno garantite?

Leggi tutto: Sostegno e inclusione scolastica: come segnalare inadempienze 

Una buona bussola per una scuola inclusiva e competente. Una segnalazione

Il tema dell’inclusione nella formazione scolastica è certamente tra quelli che oggi – e non solo nel Primo ciclo – merita più attenzione e approfondimento, perché varie e variegate sono le sue articolazioni e fortissima la sua rilevanza. Sia per la portata del fenomeno migratorio nel nostro Paese, sia per domanda sempre più diffusa di far diventare centrale le problematiche della diversità e della individualizzazione, che sono frontiere ancora in gran parte da esplorare.

Leggi tutto: Una buona bussola per una scuola inclusiva e competente.  Una segnalazione