Rinnovo dei contratti e gioco delle tre carte

Nella legge di Stabilità del 2016  il Governo aveva stanziato 300mln per il rinnovo contrattuale di tutto il pubblico impiego. Fatti quattro conti, quella somma divisa per 3,2 mln pubbici dipendenti, dava  l'irrisoria cifra media di  € 7,21  mensili lordi pro-capite ! Un insulto per i lavoratori, dopo un blocco salariale fermo al 2008 e costato € 2.500 lordi annui, una perdita secca in busta paga tra il 13 e il 15%

Leggi tutto: Rinnovo dei contratti e gioco delle tre carte

Educazione: una parola polivalente

Il professionista della scuola deduce il significato di “educazione” dalla legge. Si consideri la legge 53 del 2003 (delega al governo per legiferare in materia di definizione delle norme generali sull’istruzione) che, per la sua natura, circoscrive, delimitando, il significato dei termini.

Leggi tutto: Educazione: una parola polivalente

Formazione obbligatoria dei docenti, ma su quali tematiche?

Copio dal documento ministeriale – Com’è noto, il 7 gennaio 2016 il MIUR ha emanato la nota n. 35 avente per oggetto “Indicazioni e orientamenti per la definizione del piano triennale per la formazione del personale”, in attuazione di quanto previsto dalla legge 107/2015, il cui comma 124 stabilisce che detta formazione è obbligatoria, permanente e strutturale.

Leggi tutto: Formazione obbligatoria dei docenti, ma su quali tematiche?

Cinque- sei cose sulla formazione in servizio

È ovviamente condivisibile la scelta di rendere “obbligatoria,permanente e strutturale” la formazione dei docenti (L. 107/2015, comma 124). Purché sia però accompagnata dalla consapevolezza che l’obbligatorietà non basta, non bastano le regole (la durata delle unità formative, il loro numero nel triennio, la ripartizione delle risorse  tra iniziative nazionali e piani delle reti di scuole,  tipologie di percorsi,  nuovi strumenti …) di cui opportunamente si continua a parlare in queste settimane, in vista della definizione del Piano Nazionale: condizioni importanti, ma non sufficienti perché ci sia vero sviluppo professionale coerente e venga garantita qualità all’insegnamento.

Leggi tutto: Cinque- sei cose sulla formazione in servizio