Una poltrona vuota in Provveditorato

Dal 1° Marzo la poltrona che a Milano fu di Tortoreto,  Giffoni e più di recente di Zenga, l’ultimo “provveditor studiorum”, è rimasta vacante. Chi l’ha occupata fino al 28 febbraio, Giuseppe Petralia è andato in pensione. Negli ultimi due anni aveva cumulato anche  la reggenza del Provveditorato di Lecco e contemporaneamente la carica di consigliere comunale a Bergamo.

 

La triade degli incarichi era stata a più riprese criticata dentro e fuori dal palazzo. Qualche mese fa era stata oggetto anche d’una interpellanza da parte del sen. Corsini del PD.

Nell’ultimo periodo, Petralia aveva mostrato un’insofferenza sempre più marcata nei confronti della Direzione regionale, cui aveva fatto seguito per convinzione e per scelta un abbandono quasi totale delle relazioni sindacali a livello provinciale.

Credo che quest’ultima sia stata la colpa principale della gestione Petralia.       Non aver capito che indebolendo le relazioni sindacali avrebbe indebolito se stesso, rendendo sempre più irrilevante il suo ruolo nei confronti della Direzione.

Credo che alla fine aver compreso questa sua irrilevanza sia stato il motivo vero delle sue dimissioni, non disgiunte affatto da una mancanza di prospettive e   di carriera all’interno dell’Amministrazione .

Se quasi tutta la stampa non ha dato grande risalto alla notizia del pensionamento di Petralia, una ragione ci sarà . L’irrilevanza, come i tripli incarichi, alla lunga mostrano la corda e si pagano !

Oggi tutti gli ex Provveditorati poi CSA,USP ora Ambiti territoriali sono diventati via via semplici esecutori del potere scolastico regionale. Le stesse relazioni sindacali, a livello provinciale, hanno perso ogni forza di condizionamento nei confronti della Direzione regionale, limitati come sono alla sola informazione su criteri, dati e cifre decisi altrove.

Quindi è del tutto normale che quella poltrona un tempo prestigiosa, rimasta vuota, venga occupata ad interim dal Direttore Regionale . Il tempo che basta. Magari fino al prossimo pensionamento .