WeStudents: l’applicazione che rivoluziona il modo di vivere la scuola

di Federica Ramires. Dopo aver vissuto in prima persona l’esperienza da studenti, ci siamo trovati a immaginare le potenzialità di un’applicazione che permettesse di ottimizzare l’interazione tra ragazzi e scuola. È bastato uno sguardo per intenderci e decidere di metterci in gioco: da quel momento WeStudents ha preso vita!

La startup che vuole ottimizzare la vita degli studenti è stata creata da noi, un gruppo di dieci ragazzi tutti giovanissimi, dai 19 ai 22 anni, laureandi in diverse discipline quali ingegneria, design economia e data science. Abbiamo preso una realtà a noi molto vicina, quella delle scuole superiori, e l’abbiamo riorganizzata in tre distinte prospettive: ragazzi, classe e scuola.

Il giovane team di WeStudents

WeStudents permette di trasportare tutti gli studenti in un universo virtuale, ma estremamente pratico e concreto in cui, dal proprio banco, gli alunni hanno la possibilità di caricare i voti e controllare la media generale e delle singole materie. Si può tenere così sotto controllo l’andamento scolastico sfruttando un’interfaccia divertente, efficace e intuitiva.

Tuttavia, la vita scolastica non rimane confinata al banco: ogni giorno si interagisce con i compagni di classe, con i quali si condivide un viaggio lungo cinque anni. Ci siamo dunque chiesti: perché ognuno dovrebbe scrivere sul proprio diario gli orari delle lezioni, i compiti assegnati, le date di verifiche e interrogazioni quando basterebbe averne uno in comune, interconnesso, sugli smartphone di tutta la classe?

Ma non finisce qui. La classe fa parte di una community molto più ampia: la scuola! E l’aspetto più bello della vita scolastica è quello di condividere con gli amici tante esperienze e poter dare libero sfogo alle passioni che si hanno in comune. WeStudents offre la possibilità di vedere la classe e la scuola connesse, di organizzare eventi e/o fare sondaggi a cui tutti possono rispondere. Siamo sicuri che tutto questo possa cambiare il modo di vivere la scuola.

L’intera scorsa estate è stata dedicata a confrontarci, progettare, scrivere, implementare e modificare funzioni e idee. I piccoli traguardi sono sempre più grandi e le risposte più positive. Oltre 10k di download nella giornata del rilascio, a fine novembre arrivati a più di 50k, molteplici articoli che parlano di noi su giornali quali Il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore, la nostra stabile posizione nelle “App che adoriamo” di Apple e nella categoria “Istruzione” di Android in Italia sono numeri che ci motivano a portare avanti il progetto di creare un’applicazione rivoluzionaria per gli studenti, la loro classe e il loro istituto. Tre prospettive, in un’unica applicazione.